Nutrizione pediatrica

La Nutrizione pediatrica è un settore base per correggere sul nascere abitudini alimentari sbagliate e perciò per fare prevenzione sanitaria.

Il bambino non è un piccolo uomo o un adulto in miniatura, ha caratteristiche peculiari e nei diversi momenti della crescita e della vita (impegni scolastici e sportivi, gusti particolari o diversi rispetto agli anni precedenti) presenta necessità di un’alimentazione specifica e personalizzata.

In età pediatrica, il problema del sovrappeso/obesità e le relative complicanze è in costante aumento e spesso questo viene sottovalutato. Sono dunque importanti la diagnosi e la terapia, ma anche la prevenzione.

Il coinvolgimento della famiglia, che ne deve rappresentare il modello di riferimento, nella terapia è essenziale. Nonostante questo, il bambino sarà il vero protagonista, informato, reso consapevole e primo attore di scelte salutari, fondamentali sia per il suo presente che per il suo futuro di adulto, più sano e, quindi, più felice.

Come si svolge la visita nutrizionale pediatrica?

Prima visita specialistica con il bambino e il genitore, in cui verrà effettuata un’attenta e profonda anamnesi nutrizionale, la valutazione dei dati antropometrici attuali e pregressi del bambino, del rischio nutrizionale, del comportamento alimentare del bambino e della famiglia.

Percorsi di educazione alimentare per il bambino e i genitori in cui verranno dati gli strumenti per comprendere l’importanza dell’alimentazione e della consapevolezza nelle scelte alimentari tramite la lettura guidata delle etichette alimentari.

La proposta terapeutica verrà indicata tramite la stesura di schemi e linee guida alimentari in base alle esigenze del bambino.

Visite di controllo: a distanza di 3-4 settimane, dall’ultima sessione terapeutica.

A volte diventa imprescindibile la consultazione di altri professionisti (logopedista, otorino, neuropsichiatra infantile, psicoterapeuta).