fbpx

Alimentazione nel periodo di quarantena: le 10 regole che valgono ora più che mai.

La nostra Nutrizionista elenca 10 punti da prendere come spunto per garantire ai bambini una corretta alimentazione durante questo periodo a casa.

In questi giorni di quarantena, dove le attività fuori casa si riducono all’osso, sgranocchiare cibi fuori pasto si trasforma in un passatempo dettato dalla noia, per adulti e bambini, e diventa difficile rispettare le regole della sana alimentazione.

Senza dubbio, la forza di volontà deve essere la protagonista in questa partita tra le mura domestiche, seguita da piccoli trucchetti da mettere in atto per mantenere, o approfittando del maggior tempo libero, per l’istaurarsi da zero, di uno stile di vita sano.

Ecco 10 punti da prendere come spunto per gestire la quarantena con i vostri bambini a casa:

  1. Accudiamo noi stessi e i nostri bambini recuperando la cucina casalinga sana rispetto ai cibi spazzatura consolatori: cercare di non tenere in casa merendine, patatine confezionate e bibite zuccherate è di grande aiuto!
  2. Siate creativi! Optare per piatti piccoli (porzioni adeguate al minor dispendio energetico giornaliero visto che stiamo a casa) e soprattutto colorati, prediligendo frutta e verdura di stagione, aiuta a mantenere la positività e a creare curiosità e disponibilità all’assaggio da parte dei bambini
  3. Gestire la noia: cercare ricette e cucinarle insieme può essere un modo per impegnare del tempo in modo utile!
  4. Mantenere gli orari! Non far alzare dal letto i bambini troppo tardi, cercare di far mantenere la routine giornaliera (es. dedicare del tempo ai compiti o attività creative come puzzle, giochi da tavola che possano stimolare il bambino e dedicare solo per poche ore al giorno i giochi davanti al pc o la TV..)
  5. Spegnere la TV mentre si mangia per rimanere concentrati sul gusto e sui colori del cibo e soprattutto per scambiare parole con i familiari e stimolare il bambino al dialogo per far sciogliere la tensione di questi giorni
  6. Cucinare insieme soprattutto cibi ricchi di verdure. Se è il bambino stesso a prepararli sarà più incuriosito e portato ad accettarle.
  7. Come genitori è importante dare l’esempio, non stare per troppo tempo davanti al cellulare o al pc per non stimolare il bambino a fare altrettanto. Approfittiamo del tempo a disposizione per dedicare del tempo alla condivisione in famiglia.
  8. Non rimanere in pigiama durante la giornata! È importante che il bambino metta vestiti diversi da quelli che indossa per andare a dormire.
  9. Approfittare del tempo in più per approfondire il discorso della sana alimentazione con il bambino, insistere nel preparare piatti di verdure e nel stimolarlo a provarli magari con giochi che prevedono l’assaggio di alimenti e il loro riconoscimento (es. bendare il bambino e preparare carote, finocchi, pane e olio, mandorle, frutta da riconoscere tramite il gusto e il tatto!)
  10. Premiarli con il piatto o il dolce preferito durante il weekend! L’importante è la gestione settimanale, mangiare in modo sano durante la settimana e concedersi qualche sfizio in più durante il weekend è un buonissimo compromesso!

Per qualsiasi necessità, domanda o richiesta di supporto, potete telefonare o mandare un messaggio WhatsApp al 371 3016685 oppure scriverci una mail a info@pediatrapiu.com.

La nostra dottoressa, Sofia Pugnaloni

Lo staff PediatraPiù è disponibile dalle 9.00 alle 20.00 tutti i giorni.